• slide1
  • slide4

Ultimo Album – Frammenti dalla Sound Track







Enraptured - The Album



A Visual Preview of the Enraptured Album

Premi il tasto Play qui sopra per l’anteprima dal nostro ultimo album Enraptured (7:39 min).

Il nuovo album Enraptured ha raccolto recensioni entusiaste. Alcuni dicono questo sia il "momento determinante della carriera dei Crimson Chrysalis." Dopo un lavoro durato due anni, l’abbiamo finalmente pubblicato e la sua creazione è davvero un motivo di orgoglio per tutti: specialmente Esther, l’autrice dei testi, Rene, principale voce femminile, la band e tutti coloro incontrati lungo il percorso.


L’Album Enraptured

E’ con grande soddisfazione che vi presentiamo la nostra ultima creazione, fresca di stampa.

I brani – La loro origine e il loro testo

  • 1. Soul Stalker

    Soul stalker è una sorta di incrocio tra rock, pop e dubstep. Dato che la componente classica della nostra musica era predominante, abbiamo deciso di aggiungere un pizzico di sintonizzatore. Ascoltandola percepirai un tocco di anni ’80.

    I testi


    I cannot wait for you to see, I’ll find a way that you want me
    I’m not the one that lives regret – I do not whisper, I scream instead

    CHORUS
    (Soul stalker) I am the blazing fire, become the burning sand
    (Soul stalker) I’m all that you desire, the flame that ties your hand
    I follow my heart and it wants you, you haunt my nights, now I haunt you
    You fill my days with blind obsession, consume my thoughts with indiscretion

    BRIDGE
    I am here, I am waiting for you
    I want it all – your body and soul . . .

    Estratto dalle canzoni





    Musiche: R van den Berg // Testi: Esther Slabbert
    © 2015 R van den Berg e Esther Slabbert. Album Enraptured
  • 2. Surrender

    Abbiamo sempre desiderato scrivere un brano dance perchè entrambe amiamo ballare. Il Tango era la scelta più naturale per comunicare la passione e la sensualità del testo, accompagnate dal magistrale arrangiamento della chitarra di Mauritz Lotz.

    I testi


    And if I touch you, will you lean to me?
    And if I hold you, will you fold in me?
    Can you feel this dance with me?
    Will you follow where the rhythm leads?
    Move your body around my beat
    Come, come dance with me

    CHORUS
    Feel my rising hunger, burn the night with me
    surrender into me . . .
    Let my fire fill you, ignite the spark in me
    Surrender. . .and dance with me
    Will you touch me, set my soul alight?
    Will you hold me, love then I just might concede
    And let you dance with me
    I will follow if you take the lead
    Take my body, consume my heat
    Complete when you dance with me

    Estratto dalle canzoni





    Musiche: R van den Berg // Testi: Esther Slabbert
    © 2015 R van den Berg e Esther Slabbert. Album Enraptured
  • 3. Elegy (con Andrea Casanova)

    Elegy è un duetto con il cantante spagnolo Andrea Casanova, della gothic band iberica Rainover. Elegy è una ballata sulla sconfortante follia dell’uomo, sulla sua ostinazione allo sterminio quando posto di fronte alle nostre differenze.
    ”Ho appositamente cercato la tristezza riflessa delle parole e nei versi, e la sensazione di follia nei pezzi strumentali. Infatti, il talento esibito nelle parti strumentali è esattamente questo: folle!” (René). Il duello botta e risposta del violoncello di Susan Mouton e la chitarra elettrica di Mauritz Lotz testimonia l’alto livello posseduto dai due musicisti Sudafricani.
    “Dato che la lingua madre di Andrea è lo Spagnolo, ho deciso di scrivere il testo di Eligy in Inglese e Spagnolo, per completare entrambi i cantanti. La voce di Andrea è perfetta per la canzone e le loro voci e i due linguaggi sono una combinazione perfetta per comunicarne il messaggio” (Esther).

    I testi


    In war and pain we’re blind, insane. . .
    Driven by fear, by loss and shame
    Till hope is gone – nothing remains . . .

    CHORUS
    Divine the justice, the light that saves
    Divine the hope tomorrow craves
    Divine the hope that feeds all man
    Divine is grace that heals this land

    Los amore que se perdieron (lonely lovers lost)
    Los niños con frio y miedo (children cold and afraid)
    Vidas destrozadas (shattered lives)
    Todos los sueños rotos (all the broken dreams)
    Our hope is gone – nothing remains . . .

    CHORUS: Divina la justicia, la luz que salvará
    Divina la esperanza que mañana traerá
    Divina la mano que alimenta a todos los hombres
    Divina la gracia que cura la tierra

    Estratto dalle canzoni





    Musiche: R van den Berg // Testi: Esther Slabbert
    © 2015 R van den Berg e Esther Slabbert. Album Enraptured
  • 4. Sacred Vow

    Sacred vow parla della circostanza di perdere qualcuno e della tristezza nel dirle addio. Il meraviglioso accordo di chitarra, insieme all’energia della canzone, lascia stranamente confortati e tristi allo stesso tempo. “Mi è piaciuto scrivere la musica per questa canzone, perchè il testo sa essere così sincero ed incantevole” (René).

    I testi


    I reach for you in failing light,
    hide my tears from dimming sight
    I kiss your pledge in angel breath;
    your soul takes flight in evening’s death

    CHORUS
    Break free my love, don’t wait for me
    Curse these arms that cannot set you free
    Find peace and light – this truth you’ll see
    I walk the grace you left in me
    I wish that I could cure this tide,
    that slowly stole you from my side
    That I could follow through the cold,
    as life with you slipped past my hold.
    I hope you know you leave behind
    the tilt of joy within my mind
    The touch of love beyond your face –
    Borders broke my fear’s embrace.

    BRIDGE
    Soar my angel, defeat the night
    Spread your wings to Holy light
    My prayer, my pledge, my sacred vow
    Will guide you there and show you how . . .
    My prayer, my pledge, my sacred vow . . .

    Estratto dalle canzoni





    Musiche: R van den Berg // Testi: Esther Slabbert
    © 2015 R van den Berg e Esther Slabbert. Album Enraptured
  • 5. Infinity

    “Infinity è una canzone sull’antico dilemma dell’essere umano ad ‘essere umano’… Nonostante tutti i nostri nobili ideali, e le correzioni apparenti, secolo dopo secolo siamo sempre allo stesso punto” (Esther).
    “Per via della singolare costruzione musicale, trovavamo necessario aggiungere un elemento di sorpresa da qualche parte. Questo ci ha portato alla sessione ritmica d’archi accompagnata dal coro” (René).
    “Il canto in Latino rappresenta i principali elementi della creazione, come intepretato da tutte le religioni del mondo” (Esther).

    I testi


    As time exploded the endless night and memories of life turned light
    A spark created world and man, and breath became the words he sang
    Of angel choirs bent in prayer, of doom, of sin, of earth’s despair
    And as the hourglass unwind the journey chimes through running minds.
    Dawn of man became a wreath that twined like flowers into death
    The life of all now doomed to fall, the ancient masters conquered all
    No lessons learned, just trophies gained, in great pursuit of human stains
    And glass lies shattered on the sand – the broken dreams of blood-soaked hands . . .
    Can we hear and heed the call of earth and heartbeats’ rise and fall?
    Of wonders small when seeds reach high – the Holy gifts of first drawn cries
    Can children learn to honour peace, custodians of all that breathes?
    The water, fire, earth and air – protecting all that’s dark and fair. . .
    When time exploded the endless night and memories of life turned light
    When hope created world and man and breath became the words he sang
    That song returns the gentle touch of hope replacing rampant lust
    The begging chant of open hands, as dreams bear fruit on barren sands.

    Estratto dalle canzoni





    Musiche: R van den Berg // Testi: Esther Slabbert
    © 2015 R van den Berg e Esther Slabbert. Album Enraptured
  • 6. Burning Fire With Fire (con Jessica Mercy)

    Qui René fa squadra con Jessica Mercy, cantante della US Symphonic metal band, Anaria. Questa è una canzone epica sulla potenza delle donne e la forza che il loro legame universale può raggiungere. Abbiamo portato 5 percussionisti Africani live per supportare il tema centrale della canzone.
    “Jessica è una cantante così versatile, e i suoi stupendi vocalizzi celtici si prestano per un’interpretazione contemporanea dell’antico linguaggio dei tamburi africani” (Esther).

    I testi


    I cast the bones, I search the night
    I draw the power into the light
    I find the future, I change the past
    My dance of power, my spell is cast

    CHORUS
    Burning fire with fire, angel from the earth
    Climbing higher and higher, goddess of all youth
    The birth of all desire, sorceress of truth
    I am all creation of sons and mortal kings
    I am all salvation – the light that mercy brings.
    The little boy that needs a home,
    The tiny girl in fear alone
    The broken man without a prayer
    Out in the cold – broken despair . . .

    BRIDGE
    All through the smoke, the ruin and rain
    You’ll take my hand stronger than chains
    Sirens of change united in wrath
    Women of strength – one Holy path

    Estratto dalle canzoni





    Musiche: R van den Berg // Testi: Esther Slabbert
    © 2015 R van den Berg e Esther Slabbert. Album Enraptured
  • 7. Enlightenment

    Come molte ballate, anche questa canzone contiene all’interno la sua storia. Parla di come le nostre vite ordinarie possano portare ad un’incredibile ricchezza. In questa canzone abbiamo puntato ad una atmosfera ridotta all’osso, più acustica.

    I testi


    There are corners around my world, a little breath in every word
    The taste, the touch, the tale of living here
    Where every corner hides a dream, a little sliver in the stream
    A wishing well that holds and plays tomorrow.

    CHORUS A
    I touch the sunlight, taste the breeze
    Breathe in starlight bitter sweet –
    every life around me.

    I always knew that I’ll return, I pack my hopes in silver urns
    Preserve the dream of living together
    But life just dealt with life today, tomorrow looks the other way
    And everything is locked away forever.

    We’re scarred, and yet complete . . . we live and learn and find our feet
    We shout the joys, the triumphs and the sorrow
    An opera of light and sound, a soul alights on hollow ground
    Fearless, bold, embracing tomorrow . . .

    CHORUS B
    And when twilight touch my face
    Ember sunlight’s last embrace –
    May seasons’ peace be with me?

    Estratto dalle canzoni





    Musiche: R van den Berg // Testi: Esther Slabbert
    © 2015 R van den Berg e Esther Slabbert. Album Enraptured
  • 8. Fear

    E’ una canzone d’amore, carica di simbologia mitica. In amore, siamo tutti una Chimera – tutti abbiamo un gemello cattivo dentro di noi. Questo brano racconta di come l’amore possa portare verso l’abisso per farci poi risollevare.

    I testi


    In the hourglass Chimera no one seems to last forever
    Now finally you’re one, all memories are gone
    I will always haunt you; no shroud of light will hide you
    Where the gates are solid bone – all eternity in stone

    CHORUS
    I fear, the truth of this, I fear . . .
    How will I miss the magic of your hands through the hourglass of sand?
    I fear the truth of this, I fear . . .
    What’s left of us, your smile of river red to the land of living dead?
    I fear . . .
    And as Charon rows, I’ll follow – in the darkness love is hollow
    In the echoes I will hide till I triumph by your side
    All the sand is gone forever, sealing love and rage together
    Now we share the ancient sins in the land where Hades wins
    Drowning in your kiss of river red . . .

    Estratto dalle canzoni





    Musiche: R van den Berg // Testi: Esther Slabbert
    © 2015 R van den Berg e Esther Slabbert. Album Enraptured
  • 9. The Raven

    “The Raven” rappresenta un tipico esempio dell’intreccio tra il dualismo africano e il nostro rock sinfonico/metal.
    “L’Africa è stata a lungo la frontiera per le risorse di lusso del resto del mondo. Il prezzo è stato pagato in vite umane, guerre, dittature e col futuro dei nostri bambini. The Raven - il corvo - ne è il testimone, nutritosi dei più indigenti. L’Africa è uno sfondo di estremi e auspico questa canzone possa trasmetterne la bellezza, ma anche un assaggio dell’asprezza della realtà del nostro continente.” (Esther).

    I testi


    When silence grows where children whimpered; we stand as one in our belief
    Now we will know that every whisper becomes the tide our ravens’ grief
    Africa’s justice a buried stain, blood be the witness washed in the rain

    CHORUS
    The raven caws as the raven flies,
    the raven feeds where the destitute dies (where the future lies)
    The rape of my mother, she’s lying in state
    My civilized cradle breeds children of hate. (My civilized cradle – tomorrow’s fate)
    My home destroyed, but I can see the massacre decay that seethes
    I am the raven that flies the land, my ancient country – home of man.
    The gods bear the witness to every tear – gross the injustice of guns and spears.

    BRIDGE
    Find the incense of life in this mortal race
    Breathe the Holy fire, be everlasting grace

    Estratto dalle canzoni





    Musiche: R van den Berg // Testi: Esther Slabbert
    © 2015 R van den Berg e Esther Slabbert. Album Enraptured
  • 10. Virgin Death (Classic rendition)

    Quando inziammo a lavorare su questo disco, decidemmo di prendere uno dei brani più “heavy” dal precedente album, e trasformarlo in un pezzo classico. “E’ splendido come questo incrocio musicale abbia portato ad un emozione totalmente differente nella canzone. Dove le chitarre e le percussioni della versione più dura portavano ad emozioni di rabbia e disperazione, nella versione classica emerge la malinconia… E’ una bella canzone d’amore, così ben scritta” (René).

    I testi


    A screech, like a howl, pierce like thunder in the night
    Bring death to pyres, melt the wings of angels’ flight
    Etch the gargoyle grinning, wake the demon’s fitful sleep
    And the virgin kills the phantom of her lover in the deep.

    CHORUS
    Sweet love, I’ll write you a letter
    Ink the pen from the vein you laid bare
    When your soul left your sight, your skin iced in the light
    Bloodlines barren, bold, broken despair . . .

    Will you hear when I scream at the heavens, beg their grace?
    When I tear at the moon, spit the devil in his face?
    Close my eyes, force the sight of my hope in broken bonds
    And the virgin cowers deeper, swearing blood-oaths at the gods

    CHORUS
    My love, can you whisper a moment?
    Let me taste your mind on the breeze
    The caress of your spirit, livid joy deep within it
    My hold slips, slowly falters, then freeze . . .

    There was never a truth we didn’t lay bare
    We travelled all roads, our battles were fair
    Now you left me to wonder, your heart lost to my youth
    And I scream, and I blunder as the fear fractures my truth.

    Estratto dalle canzoni





    Musiche: R van den Berg // Testi: Esther Slabbert
    © 2015 R van den Berg e Esther Slabbert. Album Enraptured
  • 11. Grace

    E’ stata decisamente una coincidenza, per noi davvero appropriata e simbolica, che Grace fosse l’ultima canzone scritta per questo album. Un’appassionata canzone d’amore, sostenuta da un semplice - ma potente - arrangiamento.

    I testi


    Life never asks permission to toss all truths aside
    It tears with pure precision – all phantom hope apart
    But sometimes it’s outsmarted and nothing fears its rules
    It’s not for the faint-hearted, and never suffers fools

    CHORUS
    I’ll hear the song in you when no one listens
    Cause all of you find resonance in me
    My heart would search the world for your eyes,
    with angel hands burning bridges into me.

    I know this is pure attrition to a cause that’s selfish now
    But I’ll suffer all intrusion just to share with you somehow.
    And the bending of your voice to the verses of our minds
    is the pulse of my existence, all the home my soul will find.

    Estratto dalle canzoni





    Musiche: R van den Berg // Testi: Esther Slabbert
    © 2015 R van den Berg e Esther Slabbert. Album Enraptured





Bio – Profilo dei Crimson Chrysalis


Due anni dopo la pubblicazione del loro album di debutto, l’acclamato CRIMSON PASSION CRY, la rock band sinfonica Sudafricana Crimson Chrysalis ritorna con Enraptured, portando undici brani originali e una loro interpretazione della hit degli anni ottanta “Poison” di Alice Cooper, Enraptured può davvero essere considerato come il momento determinante della carrier musicale dei Crimson Chrysalis.

#

Essendo la prima band ad aver prodotto un album Rock Sinfonico in Sudafrica, Crimson Chrysalis sono riusciti a creare un ibrido tra i drammatici e passionali arrangiamenti propri dei musical teatrali, come “Les Miserables”, ed epiche colonne sonore - eseguite da un gruppo rock di prima categoria. Questa è musica senza limiti – abbastanza forte per attirare l’attenzione dei fan del symphonic metal, ma sicuramente accessibile anche per gli ascoltatori del rock classico.

ENRAPTURED è frutto degli stessi creatori che avevano seguito l’album CRIMSON PASSION CRY. E’ sempre Rene van den Berg ad impersonare il volto della band e a comporre le musiche, mentre Esther Slabbert ha curato tutti i testi delle canzoni. La produzione è enorme, ma brillantemente studiata per raggiungere un suono ricco e vellutato. Amplificata da un’ensemble live d’archi, con il contributo degli ottoni, la nota forza del suono dei Crimson Chrysalis è questa volta ancora più grande. "La delicatezza epica che l’icona del gruppo - Rene van den Berg - riesce a trasmettere, è così musicalmente appetibile che lascia nell’ascoltatore il desiderio di ascoltarne di più" (Global Metal Apocalypse).

#

Enraptured presenta due duetti con artisti internazionali – uno con Andrea Casanova, della rock band Spagnola Ranover ("Elegy"), e l’altro con Jessica Mercy, della US Symphonic metal band Anaria ("Burning fire with fire"). La musicalità in "Elegy" è eccezionale, e il “duello” botta e risposta tra il violoncello e la chitarra elettrica nella parte strumentale testimonia l’alto livello di abilità posseduto dai musicisti Sudafricani. Il cuore pulsante dell’Africa è incarnato in modo impressionante in "Burning fire with fire" attraverso il contributo di 5 percussionisti live, simile all’impronta Africana lasciata in "Blood Diamond" sul loro album di debutto, CRIMSON PASSION CRY. "The Raven" è un altro tipico esempio di come i Crimson Chrysalis siano riusciti ad intrappolare il dualismo d’Africa col rock sinfonico. La canzone aspetta di lasciarti un piccolo assaggio dell’asperità e della bellezza dell’Africa.

The Crimson Chrysalis band

Il battito del cuore dell'Africa è incredibilmente incarnata in "Il fuoco che brucia con il fuoco", attraverso l'uso di 5 percussionisti africani dal vivo, simile a l'impronta africana hanno lasciato in "Blood Diamond" sul loro album di debutto, CRIMSON PASSIONE CRY. "Il Corvo" è un altro tipico esempio di come Crimson Chrysalis intrappolato il dualismo d'Africa con il rock sinfonico. La canzone spera di darvi un piccolo assaggio della durezza e la bellezza della realtà africana.

Come con CRIMSON PASSION CRY, l'intero album è stato registrato e mixato in Sudafrica. Questa volta però, l'album è stato masterizzato dal Grammy winner Ted Jensen di Sterling Sound, New York.

Formazione della Band:

Rene van den Berg (voce), Eiben Schutte (tastiere), Mauritz Lotz (chitarra) Cobus Schutte (chitarra), Denny Lalouette (basso) e Vinnie Henrico (batteria).

< ritorna alla galleria

Galleria Fotografica